LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2009

1ª PARTE - L'EVOLUZIONE DI UN MONDO

2ª PARTE - IL CINEMA E LE SUE RISORSE

3ª PARTE - TUTTI I MERCATI DEL FILM

4ª PARTE - GRANDI E PICCOLI PROTAGONISTI

APPENDICE

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2009
Quarta Parte - GRANDI E PICCOLI PROTAGONISTI
RAPPORTI DI FORZA E VALORI A CONFRONTO
Capitolo 7 - Le quote di mercato
Major, mini-major e indie
Considerando la nazionalità dei gruppi principali presenti nel prospetto, l’incidenza della loro attività (che copre il 99,43% per il 2007, il 99,16% per il 2008 e il 99,39% dei ricavi generali della distribuzione) e la struttura societaria di molti di loro – con un’integrazione verticale che li porta a raccogliere anche gli introiti da produzione ed esercizio – attraverso i dati Cinetel si può risalire a una segmentazione di fondo del mercato della domanda. Con l’individuazione di tre fasce principali di operatori:
major: le holding internazionali Warner Bros., Universal-Uip, 20th Century Fox, Walt Disney e Sony;
mini-major: i gruppi nazionali Rai-01 Distribution e Medusa-Mediaset, con l’affiancamento per coerenza di Filmauro, anch’essa integrata verticalmente, e per omogeneità di Eagle Pictures;
indie: le società italiane indipendenti di media-piccola dimensione, ma a maggiori intensità e continuità di lavoro, ossia le altre dieci società che compaiono nel prospetto precedente e alle quali si riferiscono i dati della tavola successiva.
La pur ristretta comparazione nel triennio 2007-2009 segnala l’incipiente ripresa dell’egemonia delle majors straniere e il contestuale arretramento del cinema nazionale, sia nell’incidenza delle mini-majors sia nell’occupazione dello spazio residuale da parte delle piccole società indipendenti.





 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di