LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2009

1ª PARTE - L'EVOLUZIONE DI UN MONDO

2ª PARTE - IL CINEMA E LE SUE RISORSE

3ª PARTE - TUTTI I MERCATI DEL FILM

4ª PARTE - GRANDI E PICCOLI PROTAGONISTI

APPENDICE

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2009
APPENDICE
L’evoluzione della Cinematografia di Stato e Cinecittà Luce SpA
Maggio 2009: Nasce Cinecittà-Luce SpA
Come ultimo atto della propria gestione, Gaetano Blandini delibera la fusione dell’Istituto Luce in Cinecittà Holding dando vita alla nuova società Cinecittà Luce S.p.A.
L’11 maggio 2009 è quindi una data importante per il cinema pubblico perché corrisponde alla formalizzazione del ritorno all’utile di bilancio ma anche alla nascita di Cinecittà Luce S.p.A..
Il Presidente é Roberto Cicutto, Amministratore Delegato Luciano Sovena, già presidente dell’Istituto Luce. Membri del CdA sono Nicola Porro, vicedirettore de Il Giornale, Roberto Cadonati, psicologo, e Massimo Biasiotti Mogliazza, avvocato esperto in riorganizzazione aziendale. Direttore Generale viene confermato Pietro Ietto.
Per il Presidente Cicutto «Cinecittà Luce deve diventare, ancora più che nel passato, uno strumento non solo al servizio di questa industria, ma un centro di proposta, razionalizzazione e sviluppo di tutte quelle idee che mettano il cinema italiano in tutti i suoi comparti, al passo con i tempi e all’altezza dell’importanza culturale e industriale che riveste». Con l’atto di fusione «si realizza un obiettivo storico», fa notare l’Amministratore Delegato Sovena, assicurando che «una grande attenzione sarà dedicata all’ampliamento dell’Archivio Storico, anche attraverso nuove acquisizioni e nuove alleanze». Cinecittà Luce distribuisce opere prime cinematografiche sostenendo l’accesso al mercato degli autori emergenti, ma è impegnata anche nella produzione documentaristica sfruttando l’enorme patrimonio del proprio archivio storico.
La cineteca di Cinecittà Luce, inoltre, è un preziosissimo archivio, che comprende tremila titoli maggiormente rappresentativi della produzione filmica italiana che alimentano costantemente il circuito promozionale delle sedi diplomatiche in tutto il mondo (ambasciate e istituti di cultura). Ma Cinecittà Luce svolge anche un’attività di studio e ricerca nell’ambito del proprio Centro Studi. Tra le attività: vi è anche la gestione dei diritti di sfruttamento cinematografico sulle opere finanziate dallo Stato che non hanno restituito il finanziamento ricevuto e il monitoraggio per conto del Ministero sulle istanze di accesso agli incentivi fiscali per il settore (tax credit e tax shelter). Inoltre, si realizzano iniziative editoriali quali volumi monografici e rassegne sui principali autori del cinema italiano. Insomma, Cinecittà è ancora una volta in pieno fermento organizzativo e strategico; prosegue il suo cammino come una bella carrellata alla Alfred Hitchcock, che come sempre dribbla sapientemente tra poteri pubblici e privati.

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di