LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2014

Prima parte - La politica istituzionale

Seconda parte - Il mercato dell'offerta

Terza parte - Le risorse del settore

Quarta parte - L'intervento pubblico

Quinta parte - Il mercato della domanda

Sesta parte - Il sistema produttivo

Settima parte - Il mercato del lavoro

Panorama internazionale

Focus

Approfondimenti

Istituzioni

Associazioni

Produzione

Testimonianze

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» News

02/06/2017

Nastri d'argento Roberto Faenza e Montaldo fra i premiati

La Gazzetta del Mezzogiorno


Va a Roberto Faenza, nell'anno de La verità sta in cielo - film «particolarmente sensibile ad un tema scottante come la vicenda ancora misteriosamente aperta di Emanuela Orlandi» - il Nastro d'argento alla carriera 2017. A Giuliano Montaldo invece, stavolta come attore, un Nastro speciale per il film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi, di cui è «straordinario interprete». La consegna a Roma, logonastri_281martedì 6 giugno al Museo Maxxi: nel corso della serata, dedicata all'annuncio delle candidature 2017, anche la proclamazione e la consegna dei Nastri «tecnici» di quest'edizione. Gran finale sabato 1 luglio al Teatro Antico di Taormina.
Lo annunciano i Giornalisti Cinematografici sottolineando che il riconoscimento a Faenza - che festeggia 50 anni di cinema - vuol essere «un omaggio alla sua avventura cinematografica ma anche all'impegno, mai tradito, e alla sua speciale attenzione per l'attualità e per il racconto della realtà». «Uno sguardo - prosegue la motivazione - che, fuori da condizionamenti ideologici e sempre controcorrente, non trascura mai i temi dell'impegno civile con un racconto cinematografico che non dimentica la tradizione dell'inchiesta giornalistica».
«II premio alla carriera se da una parte mi onora, un po' mi inquieta - commenta il regista - perché più che un veterano mi considero un principiante. Penso infatti che i film traccino ogni volta un'esperienza di vita così irripetibile da potermi accreditare solo nella categoria dell'apprendista. Ringrazio quindi per il premio alla carriera di apprendista regista. II che è di buon augurio per riceverne molti altri».
Montaldo ricorda quando proprio il sindacato gli attribuì nel 2013, come attore, la targa per il miglior protagonista nel documentario Quattro volte vent'anni: «Era stato un simpatico incoraggiamento e ho continuato». II 6 giugno saranno annunciati e consegnati anche il Nastro dell'Anno a The Young Pope di Paolo Sorrentino, i 5 Nastri ai migliori tecnici dell'anno (fotografia, scenografia, costumi, montaggio e sonoro) e il Nastro destinato ad una particolare sezione che quest'anno segnala eccezionalmente 5 titoli dedicati al mondo dei giovani.

Torna all'elenco delle News

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di