LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2014

Prima parte - La politica istituzionale

Seconda parte - Il mercato dell'offerta

Terza parte - Le risorse del settore

Quarta parte - L'intervento pubblico

Quinta parte - Il mercato della domanda

Sesta parte - Il sistema produttivo

Settima parte - Il mercato del lavoro

Panorama internazionale

Focus

Approfondimenti

Istituzioni

Associazioni

Produzione

Testimonianze

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2014
Terza parte - Le risorse del settore
Politica industriale capitali e cespiti aziendali
Capitolo 6 - Il flusso e l'impiego di capitali
Una circolazione all'estero in debito d'ossigeno

Gli investimenti a sostegno della distribuzione sono generalmente pianificati in funzione del solo mercato domestico. Ma un'industria cinematografica come quella italiana, che vuole sviluppare il suo volume d'affari e la propria competitività in ambito internazionale non può prescindere dall'impiego di risorse anche in questa direzione. Come suggerisce al confronto l'esperienza francese e secondo quanto esprimono i dati di comparazione con gli altri Paesi, la mancanza di respiro internazionale è un capitolo essenziale del suo cahier de doléances. E anche se, in teoria, gli investimenti per la distribuzione all'estero non competono direttamente alle società di produzione e alle case distributrici nazionali, in realtà ne richiedono l'innesco, un'integrazione funzionale a far conoscere – non solo attraverso i festival e le rassegne – la produzione italiana e ad agevolarne concretamente la diffusione attraverso i circuiti dell'esercizio oltre confine. In questo percorso sono state peraltro indirizzate le due iniziative più recenti: il programma di promozione del Made in Italy 2013-2014 avviato con un finanziamento di 800mila euro da MiSE e ICE insieme con MiBACT e ANICA e concentrato in particolare sui mercati di Asia, America Latina e Stati Uniti; il Film Distribution Fund istituito da ANICA, con una dotazione di 180mila euro nell'ambito dello stesso programma.

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di