LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2014

Prima parte - La politica istituzionale

Seconda parte - Il mercato dell'offerta

Terza parte - Le risorse del settore

Quarta parte - L'intervento pubblico

Quinta parte - Il mercato della domanda

Sesta parte - Il sistema produttivo

Settima parte - Il mercato del lavoro

Panorama internazionale

Focus

Approfondimenti

Istituzioni

Associazioni

Produzione

Testimonianze

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2014
Terza parte - Le risorse del settore
Politica industriale capitali e cespiti aziendali
Capitolo 6 - Il flusso e l'impiego di capitali
Finanza d'impresa e mezzi propri

In un mercato ad alta intensità di capitale come quello cinematografico, la capacità d'investimento è più che mai un elemento strategico. Ancor più che per le singole imprese di produzione lo è per la struttura industriale del comparto nel suo complesso. Di qui deriva l'importanza dell'apporto delle cosiddette risorse esterne (fondi pubblici, conferimenti tramite tax credit, apporti dei network TV) e in particolare estere.
L'autofinanziamento appare ancora oggi la fonte d'investimento prevalente nella realizzazione delle nuove opere, ma la disponibilità di mezzi propri va soggetta alla stessa volubilità che contraddistingue gli andamenti stagionali del box office e resta sostanzialmente una variabile dipendente. Come avviene in larghi strati dell'industria nazionale, le società sono inoltre capitalizzate in misura relativamente scarsa e questo fattore incide anche sulle loro potenzialità ad attingere al mercato finanziario e al concorso del sistema bancario per quanto concerne soprattutto la copertura del gap financing e le relative condizioni di pricing11.

11 A completare in misura adeguata la provvista di capitali necessaria a realizzare Il racconto dei racconti Tale of Tales, una co-produzione Italia-Francia-Regno Unito (fra Rai Cinema, Archimede, Le Pacte e Recorded Picture Company), è stato ad esempio solo un istituto di credito francese, come ha confessato il regista Matteo Garrone: «Trovare i finanziamenti è stato un incubo e per cercare una banca che anticipasse i soldi sono dovuto andare in Francia» (Stavolta voglio piacere al pubblico, intervista a cura di A. Finos, in «la Repubblica», 9 maggio 2015).

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di