cineconomy.com http://www.cineconomy.com/feed/ Cineconomy | Feed it-it Copyright 2017 Venice Days 2017, c'è anche Olmi http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8484 Tue, 25 Jul 2017 10:26:47 +0200 cineconomy.com Si è aperta sulle rare immagini de Il tentato suicidio dell’adolescenza di Ermanno Olmi la conferenza stampa di presentazione della 14a edizione della rassegna Giornate degli autori (30 agosto/9 settembre 2017), sezione parallela del Festival di Venezia.“Il documentario è stato reso disponibile grazie al prezioso intervento dell’Istituto Luce e sarà il fiore all’occhiello delle proiezioni speciali di quest’edizione”, dichiara Giorgio Gosetti, Delegato Generale della manifestazione. Nelle parole del Presidente Anac Francesco Martinotti quello delle Giornate “è uno spazio cresciuto nel corso degli anni al quale Anac tiene particolarmente essendo soprattutto uno spazio di dibattito su temi rilevanti”.A presentare i tre titoli finalisti in corsa per il premio Lux è stato il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, che ha sottolineato “quanto importante sia tutelare la cultura e la qualità di un’industria che è più importante di quanto si possa credere”. I tre titoli finalisti, tra i quali il vincitore verrà selezionato dai deputati parlamentari europei, sono: 120 battements par minute di Robin Campillo, Samì blood di Amanda Kernell e Western di Valeska Grisebach.A presiedere la giuria per il premio Giornate degli Autori sarà per la prima volta una donna: la regista iraniana Samira Makhmalbaf, due volte vincitrice del prestigioso Premio della Giuria del Festival di Cannes.Dodici i titoli europei in concorso: Candelaria di Johnny Hendrix Hinestroza, Il contagio di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini e tratto dal romanzo di Walter Siti, Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini, L’equilibrio di Vincenzo Marra, Eye On Juliet di Kim Nguyen, Ga’Agua (Longing) di Savi Gabizon, Life Guidance di Ruth Mader, Looking for Oum Kulthum di Shirin Neshat, M di Sara Forestier, Mai Mee Samui Samrab Ter (Samui Song) di Pen-ek Ratanaruang, Mi Hua Zhi Wei (The Taste of Rice Flower) di Pengfei  e Volubilis di Fouzi Bensaïdi; nella sezione “Women’s Tales”: Carmen di Chloẻ Sevigny e (The [End] of History Illusion] di Celia Rowlson-Hall.Nove quelli presenti nel cartellone degli eventi speciali: Agnelli di Nick Hooker, documentario su Gianni Agnelli; Getting naked:a burlesque story di James Lester; La legge del numero uno di Alessandro D’Alatri con Marco Palvetti e Andrea Sartoretti; Il risoluto di Giovanni Donfrancesco; Thirst Street di Nathan Silver e il già citato lavoro di Olmi. Nella sezione “Proiezioni speciali”: I’m (endless like the space) di Anne-Riita Ciccone con Barbara Bobulova e Mathilde Bundschuh, The Millionairs di Claudio Santamaria e prodotto da Gabriele Mainetti (Lo chiamavano Jeeg Robot), Raccontare Venezia di Wilma Labate.“Ma sono molte le manifestazioni che abbiamo organizzato anche al di fuori dalla Mostra”, aggiunge Gosetti riferendosi a proiezioni speciali che avranno luogo a Chioggia e Pellestrina in concomitanza con le Giornate.In conclusione, il Presidente Roberto Barzanti ha presentato la kermesse come “un evento che mira a creare un dialogo a più voci, stili e scuole che possono trovare a Venezia terreno fertile”.]]> Box Office, Spider-Man sempre in testa, ma all'ingiù http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8485 Mon, 24 Jul 2017 16:14:40 +0200 cineconomy.com Come facilmente prevedibile, considerati i nuovi titoli in uscita nel weekend, non cambia la vetta del box office. Che vede sempre al comando Spider-Man Homecoming, per la terza settimana consecutiva.Certo, l’incasso è quello che è (720.617 euro per 1.104 euro di media copia), comunque bastevole per tenere ancora una volta a distanza The War – Il pianeta delle scimmie, sempre secondo con 568.900 euro (981 euro la media copia).In terza e quarta posizione le due new entry USS Indianapolis e Prima di domani, rispettivamente con 265.667 euro e 264.104 euro, con Transformers – L’ultimo cavaliere che scende dal terzo al quinto posto (82.076 euro).Mantiene la sesta posizione Wish Upon (44.840 euro), mentre perde tre posizioni 2:22 Il destino è già scritto, ora settimo con 39.585 euro.Anche Black Butterfly scende di tre gradini, ottavo con 35.720 euro, mentre l’esordio dei Chips non è di quelli memorabili: nono con 31.642 euro. Chiude in decima posizione Savva, con 27.027 euro.Una top ten che fa registrare 2.444.903 euro complessivi, -25,20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (3.268.612 euro).]]> Incassi, Spider-Man tiene a bada le scimmie http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8483 Mon, 17 Jul 2017 13:00:31 +0200 cineconomy.com Spider-Man Homecoming respinge l’assalto dei primati e tiene la testa del box office con 1.285.526 euro, portando a 5.143.687 euro gli incassi complessivi.Entra dunque in seconda posizione The War – Il pianeta delle scimmie, con 1.155.464 euro (negli USA 56.500.000 dollari, 102.544.321 dollari in tutto il mondo).Dati non proprio confortanti, che diventano a dir poco catastrofici dal terzo piazzamento in giù: Transformers – L’ultimo cavaliere scende di un gradino e incassa 154.661 euro (4.409.929 euro complessivi), seguito al quarto posto da 2:22 – Il destino è già scritto, con 94.476 euro.In quinta e sesta posizione due new entry: Black Butterfly (85.672 euro) e Wish Upon (75.911 euro), con La mummia che scende dal quarto al settimo posto (51.722 euro, con 4.443.419 euro complessivi).Perde tre posizioni anche Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, ora ottavo con 41.514 euro (12.335.105 euro totali), mentre al nono posto entra l’altra nuova uscita Cane mangia cane (con 24.132 euro).Chiude la top ten, in decima posizione, Civiltà perduta, con 19.119 euro.Dati sconfortanti, si diceva: 2.988.196 euro è l’incasso complessivo delle prime dieci posizioni, comunque buono per avere un incremento del 5,62 % rispetto allo stesso dato del medesimo periodo dell’anno dello scorso anno. Considerando invece tutti gli incassi del weekend, oltre le prime dieci posizioni, il dato è pari a 3.299.057 euro: flessione dell’1,13% rispetto al 2016, quando il totale era di 3.336.634. Comunque la si veda, una moria.]]> Luce verde per Roberto Cicutto http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8482 Wed, 12 Jul 2017 19:49:10 +0200 cineconomy.com L’Assemblea dei Soci riunita ieri, 10 luglio, ha nominato Roberto Cicutto Presidente di Istituto Luce-Cinecittà. Per Cicutto si tratta di una conferma alla guida della società che nei giorni scorsi ha annunciato l’acquisizione del ramo d’azienda di Cinecittà Studios, con l’ampliamento e il rilancio delle attività dei Teatri di posa di via Tuscolana.L’Assemblea ha inoltre nominato i componenti del Consiglio d’amministrazione, confermando Maite Carpio Bulgari, e come nuovo consiglierePaolo Tenna, amministratore delegato di FIP – Film Investimenti Piemonte.È stato inoltre nominato il Collegio Sindacale, presieduto da Anna Maria Ustino, e composto da Ivano Strizzolo e Luca Piovano.Stamane il nuovo Cda di Istituto Luce-Cinecittà ha tenuto la sua prima riunione, attribuendo al presidente Cicutto le deleghe di Amministratore delegato della Società.]]> Mia, il Mercato audiovisivo a Roma tra cinema e tv http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8481 Tue, 11 Jul 2017 18:05:35 +0200 cineconomy.com Mia, il Mercato internazionale audiovisivo, può essere una grande occasione per rilanciare la capitale. Ne è convinto il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda, che ieri ha detto che a Roma «stiamo lavorando per fare una mappatura per le cose che si possono fare e per aiutarla a emergere». E così, via libera all'appuntamento con la convention dedicata ai produttori e i distributori di film e serie tv organizzata dall'Anica guidata da Francesco Rutelli e dall'Apt - Associazione produttori televisivi presieduta da Giancarlo Leone, assieme alle associazioni di categoria e imprenditori del settore audiovisivo, dal 19 al 23 ottobre. «Matching Excellence» è lo slogan scelto per questa terza edizione, che vedrà 1.500 partecipanti accreditati, provenienti da 58 nazioni. L'iniziativa è finanziata da Mise, Mibact, Ice, regione Lazio e programma Media. Tre le sezioni in programma del Mia: cinema, tv e doc, presentando unitariamente il sistema Italia sulla scena internazionale. Tra i programmi speciali, Yas (Young adult spot light), spazio trasversale tra cinema e tv, segnalando il prodotto kidseteens e young adult nelle varie fasi di sviluppo e con diverse declinazioni. Protagonista di Yas quest'anno sarà la graphic novel. Altra sezione speciale sarà dedicata all'animazione. L'edizione di ottobre verrà allestita nel «distretto Barberini», coinvolgendo il museo statale, l'albergo del gruppo Sins e la sala cinematografica. Budget previsto 1,9 milioni. Gli organizzatori sottolineano che più del 50% dei progetti selezionati nelle scorse edizioni è stato accompagnato fino alla produzione. Per il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti «l'obiettivo è far trovare a questa manifestazione un habitat amichevole, costruendo un network di collaborazione. Abbiamo costruito una politica dell'audiovisivo, finanziata con 22 milioni l'anno di contributi: il Lazio, in questo, è la seconda regione della Ue per sostegno all'audiovisivo, dopo Berlino e prima di Parigi». E annunciando la presentazione di «un nuovo bando da 9 milioni della programmazione Ue a sostegno delle imprese digitali della creatività e dell'audiovisivo. Ci sarà poi un nuovo bando da 1,5 milioni a sostegno dei cinema e dei teatri».]]> Spider-Man vola al box office (non italiano)! http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8478 Mon, 10 Jul 2017 16:04:56 +0200 cineconomy.com Come vola il nuovo Uomo ragno al box office! Spider-Man:Homecoming (Warner Bros) va oltre le più rosee previsioni d’incasso, totalizzando oltre 117 milioni di dollari al debutto in America (secondo miglior weekend d’esordio per un film dedicato al personaggio, subito dopo Spider-Man 3 di Raimi: 151 milioni di dollari nel  2007), 257 complessivi nel mondo.Un dominio incontrastato che ha dovuto cedere il passo solo in Italia, dove la furia dell’estate, degli ombrelloni e delle gigantesche code al casello ha neutralizzato “l’effetto ragno”, consentendogli solo un modesto guadagno di 2.653.434 euro (media copia: 2.873).Sette volte l’incasso comunque di Transformers – L’ultimo cavaliere (Universal), secondo con appena € 313.093 (€ 4.101.383 il guadagno complessivo finora).  Stabile in terza piazza 2:22 – Il destino è già scritto (Notorious), con € 191. 096.Poco altro da segnalare per quanto riguarda i numeri del botteghino, dove per trovare un’altra new entry in classica oltre a Spider-Man bisogna andare alla 21ma posizione, occupata dalla commedia Fausto & Furio (Sunshine), che ha racimolato poco più di dieci mila euro.Il resto della top ten dice: La Mummia (4° con € 117.374); Pirati dei Caraibi (5° con € 100.727); Bedevil (6° con € 66.374); Civiltà perduta (7° con € 63.641); Wonder Woman (8° con € 36.449); Nerve (9° con € 33.841); Codice criminale (10° con € 33.590).Quasi invariati i dati al botteghino rispetto alla scorsa settimana (+ 8%), mentre più marcato è l’incremento rispetto al 2016 (+ 77%). Tutto sommato l’Uomo ragno si è fatto sentire anche qua.]]> Ciné 2017, Adler predica indipendenza http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8477 Thu, 06 Jul 2017 18:26:22 +0200 cineconomy.com Sono quattro i film annunciati da Adler per il secondo semestre 2017 che, proprio come per il primo, guarda soprattutto al cinema di genere. “Adler è una delle realtà, tra le case di distribuzione indipendenti, più aperte”, commenta Aldo Lemme (general manager Adler), che aggiunge: “Le nostre scelte non si basano su vincoli o restrizioni editoriali. Ciò che valutiamo in un film o in una sceneggiatura è il livello qualitativo e soprattutto quale tipo di target può raggiungere. Che poi si tratti di una commedia o di un horror, non è elemento di valutazione”.E mentre nelle sale ancora terrorizzano 47 metri e Bedevil, entrambi distribuiti da Adler, ecco annunciati i prossimi titoli: si parte proprio con l’horror The Midnight Man di Travis Zariwny che vede protagonista il celebre Robert Englund (Freddy Krueger), coadiuvato da Lin Shaye e Summer H. Howell.È poi la volta di Monster Family, film d’animazione che presenta la mostruosa famiglia Wishbone. Seguono Il mistero di Donald C., del premio Oscar James Marsh, che racconta la vera storia del velista Donald Crowhurst (Colin Firth) e Loving Vincent, biopic sul pittore Van Gogh.Tra le novità del 2018 anche il nuovo horror di Jaume Balaguero’ Muse, Ghost stories di Andy Nyman e Jeremy Dyson, l’action Three Seconds di Andrea Di Stefano (Escobar), con Rosamund Pike, Joel Kinnaman, Clive Owen e Common, e il film d’animazione Zanna Bianca.]]> Ciné 2017, Warner detta legge http://www.cineconomy.com/2010/eng/news.php?news=8476 Wed, 05 Jul 2017 18:18:12 +0200 cineconomy.com Primo distributore italiano nel 2017 e quattro volte primo distributore negli ultimi cinque anni, il marchio Warner Bros. si appresta a tornare, per il secondo semestre 2017, con tantissimi titoli. Cinque quelli italiani. Il primo della lista è L’equilibrio di Vincenzo Marra, dramma che vede al centro della narrazione un prete combattere non solo la camorra, ma soprattutto le istituzioni colluse.È poi la volta del nuovo film di Francesca Comencini, tratto dal suo omonimo romanzo Amori che non sanno stare al mondo, coproduzione Fandango-Rai Cinema.Sempre tratta dal libro omonimo è anche la commedia Terapia di coppia per amanti, in uscita a ottobre, e che vede nel cast Ambra Angiolini, Pietro Sermonti e Sergio Rubini.Torna la coppia De Sica-Brignano e la famiglia Tucci con Poveri ma ricchissimi, sequel (non sequel) diretto da Fausto Brizzi. La carrellata italiana si chiude con il nuovo film di Ozpetek Napoli velata, nelle sale dal primo gennaio 2018.Il listino internazionale presenta subito l’alleanza più temuta di tutti i tempi: Justice League (in uscita a metà novembre), film che vede gli eroi DC Comics uniti per affrontare un nemico comune.A seguire il reboot/remake di IT (ottobre), tratto dal libro più spaventoso di Stephen King: soltanto il trailer nella prima settimana ha registrato 370 milioni di visualizzazioni. I grandi titoli proseguono e Dunkirk di Nolan – in sala dal 31 agosto – si presenta come il film evento dell’anno in casa Warner.Tra i titoli più attesi dell’anno Blade Runner 2049, diretto da Denis Villeneuve, e che vede nel cast l’immancabile Harrison Ford, insieme a Ryan Gosling. Ridley Scott, regista del primo capitolo, è qui produttore esecutivo.Gary Dauberman, sceneggiatore di IT, è anche autore del copione di Annabelle: Creation (dal 3 agosto in sala), horror che rientra nel Conjuring Universe capeggiato da James Wan. E Stephen King torna in casa Warner Bros. con un altro attesissimo titolo: La torre nera.La fortunata saga Lego prosegue infine con un altro divertente capitolo: Lego Ninjago.Tra i film in uscita l’attesissimo Baby Driver, scritto e diretto da Edgar Wright, e presentato in anteprima a Ciné, le Giornate di Riccione.]]>